Direttivo

Gabriele D'Uva - Ricercatori italiani all'estero

Gabriele D'Uva

Presidente

Gabriele D’Uva si è laureato in Biotecnologie presso l'Università degli studi di Bologna ed ha conseguito il Dottorato di ricerca in "Biotecnologie cellulari e Molecolari". Ha svolto un consistente periodo di oltre 5 anni presso il Weizmann Institute of Science, un prestigioso centro di ricerca sito in Israele. Successivamente grazie alla vittoria di grant europei e nazionali, ha avviato un proprio gruppo di ricerca presso l’IRCCS MultiMedica di Milano. Attualmente è Ricercatore e Professore di Biologia Molecolare dell'Università di Bologna. Le sue ricerche sono nel campo della medicina rigenerativa cardiaca, tramite l’innovativo approccio della “cardiogenesi diretta”. Questa nuova frontiera della ricerca si propone di stimolare la rigenerazione del cuore attraverso la proliferazione delle cellule muscolari cardiache sopravvissute a danni severi, come quelli derivanti da un infarto miocardico.

Mattia Lauriola

Vice-Presidente

Mattia Lauriola, è un attualmente senior assistant Professor in Istologia, presso il Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale dell'Università di Bologna. Nel 2009, ha conseguito il dottorato in Biotecnologie dello Sviluppo e della Riproduzione, e durante questo periodo ha svolto attività di ricerca all’estero, presso il Moffitt Cancer Center and Research Institute, in Florida (USA). Successivamente, per altri cinque anni, ha focalizzato le sue ricerche nell'ambito del Recettore del Fattore di crescita Epidermico (EGFR), sotto la guida del Prof. Yarden, presso il Weizmann Institute of Science in Israele. Grazie alla vincita di finanziamenti competitivi, nel 2016 è riuscita ad avviare un laboratorio di ricerca indipendente. Gli interessi di ricerca sono rivolti in particolare ai meccanismi trascrizionali responsabili dei feedback positivi e negativi dell’EGFR e della conseguente interazione con ormoni steroidei. Ha contribuito all’ipotesi di una regolazione circadiana dei recettori tirosino-chinasi. Attualmente la sua ricerca verte sul ruolo di un pannello di citochine infiammatorie responsabili della senescenza cellulare e della mancata risposta agli anticorpi monoclonali anti-EGFR.

Mattia Lauriola - Ricercatori italiani all'estero
Caterina Curato - Ricercatori italiani all'estero

Caterina Curato

Segretario

Caterina Curato, PhD, é attualmente scientific officer presso il German Federal Institute for Risk Assessment, Berlino (Germania). Si é laureata in Biotecnologie Industriali presso l’Universitá degli Studi di Bologna ed ha conseguito una borsa di studio Early Stage Training Marie Curie per svolgere il dottorato di ricerca in Biologia con specializzazione in Immunologia presso la Humboldt University e Charité School of Medicine di Berlino. Dopo aver svolto un post-dottorato presso il German Arthritis Research Center (DRFZ), Berlino, si è trasferita in Israele per continuare le sue ricerche presso il Dipartimento di Immunologia del Weizmann Institute of Science, Rehovot (Israele). Le sue ricerche spaziano dall’immunologia di base fino alle implicazioni cliniche dell’immunologia in campo cardiovascolare, oncologico, delle malattie croniche ed autoimmuni ed attualmente nel campo delle allergie da contatto con agenti chimici. I suoi studi mirano a comprendere il potere innato del nostro sistema immune.

Ilaria Iacobucci

Tesoriere

Ilaria Iacobucci, PhD, è attualmente staff scientist presso il Dipartimento di Patologia del St. Jude Children's Research Hospital, Memphis (USA). Si è laureata in Biotecnologie Mediche (Facoltà di Medicina e Chirurgia), con il massimo dei voti, e ha conseguito il dottorato di ricerca in Ematologia Clinica e Sperimentale presso l'Università di Bologna. Dopo una borsa di studio post-dottorato di ricerca in ematologia, è stata promossa a Ricercatore a Tempo Determinato presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale, Diagnostica e Specialistica dell’ Università di Bologna, Italia. La sua ricerca si focalizza sullo studio dei meccanismi alla base della patogenesi della leucemia mieloide e linfoide acuta sia nei bambini che negli adulti attraverso l'identificazione di nuove alterazioni genetiche con importanza diagnostica, prognostica e terapeutica e mediante lo sviluppo di modelli preclinici in vitro ed in vivo che ricapitolano fedelmente la leucemia umana. Ha pubblicato oltre 120 articoli scientifici su riviste internazionali e ha contribuito all'identificazione e allo sviluppo di modelli funzionali di numerosi nuovi sottogruppi di leucemia linfoblastica acuta e leucemia eritroide acuta. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui l'American Association for Cancer Research-GlaxoSmithKline Outstanding Clinical Scholar Award, Fellowship del Lady Tata Memorial Trust International Award, ISSNAF (Italian Scientists and Scholars in North America Foundation) Paola Campese Award per la ricerca sulle leucemie e primo posto in UNDER40 in Ematologia nel 2019 dalla Società Italiana di Ematologia.

Ricercatori italiani all'estero - Ilaria Iacobucci